content top

EVITIAMO DI CADERE NEL LOSE-LOSE

Un paio di settimane or sono andato a colazione con un amico. Il ristorante è di quelli moderni, efficienti, con menu ridondanti, che comunque classificherei basic. I piatti vanno dalla pizza dalle mille varianti, alle insalate a iosa, ai prosciutti e formaggi di cento tipi. Le bevande sono le solite: birra, Coca- cola  e acqua minerale. Raramente si vedono bottiglie di vino sui tavoli. Nemmeno calici di vino.

Durante le due ore di intervallo che vanno dalle 12,30 alle 14,30 i tavoli sono quasi tutti occupati, anche se non c’è più la ressa dello scorso anno. La Grande Recessione si è fatta sentire anche in questo tipo di locali.

Il mio amico attacca senza preavviso e dice: adesso ti dico come in questo locale stiano speculando sui piatti, diciamo sui contenuti. Comincia: lo vedi questo bicchiere di birra? Prima era da 70 cl. Adesso sono da 35 cl. Adesso di  I piatti sono quasi tutti “tosati”. Non sono più turgidi come un tempo.

Rimango perplesso. Vero è che “tosando” i piatti ed i bicchieri  il ristorante risparmia. Ma così facendo infinocchia i clienti. Certo, sulla quantità di tosature ci esce la giornata. Ma gli avventori non sono così allocchi o ingenui da non accorgersi che in quel locale si forniscono meno contenuti al prezzo di prima. Alla lunga i clienti riducono la frequentazione. Se quando il locale ha aperto i battenti i margini erano competitivi ed i clienti soddisfatti si può ben dire che entrambi erano in una situazione cosiddetta Win-Win. Io vinco-ti vinci. Entrambi erano soddisfatti.

Ma se adesso il ristorante lesina sui contenuti, alla lunga i clienti diminuiscono, perché se ne accorgono. Anche il ristorante perde un pò di clienti. Si può ben dire che da una situazione Win-Win si è passati ad una situazione lose-Lose. Conclusioni: perdono entrambi.

Va da sé che il ristorante sia solo un esempio. Lo stesso comportamento lo stanno seguendo alcuni supermercati, molti professionisti. Le cosiddette partite IVA. Si abbassano i prezzi, ma  si riducono le qualità. Alla lunga stiamo entrando in un regime di Lose-Lose, con danno per tutti. Forse bisognerebbe adottare un atteggiamento più lungimirante.

Basterebbe razionalizzare i propri metodi di lavoro, oppure accontentarsi di conseguire margini equi.

Il guaio è che chi si è abituato per anni a conseguire lauti margini in passato ritiene di sentirsi menomato o frustrato se non continua a guadagnare quanto guadagnava prima.

La  competizione non si vince riducendo i contenuti o la qualità. La si vince se i contenuti migliorano ed i ricavi totali coprono i costi totali. E’ probabile che così facendo si continui a vincere e si soddisfino anche le aspettative di chi acquista. Solo così possiamo evitare di stabilizzarsi nella zona io-perdo-tu perdi (lose-lose) e rimanere invece nella zona io vinco-tu vinci (win-win).

473
Lascia una recensione

avatar
104 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
103 Comment authors
Health and FitnessHealth and FitnessHealth and FitnessHealth and FitnessHealth and Fitness Recent comment authors
  Subscribe  
Notificami
Health and Fitness
Ospite

Howdy very nice blog!! Guy .. Excellent .. Wonderful .. I’ll bookmark your site and take the feeds also…I am satisfied to search out so many useful information here within the post, we need develop extra strategies in this regard, thanks for sharing.

Health and Fitness
Ospite

Very interesting topic , thanks for posting . “Integrate what you believe into every single area of your life.” by Meryl Streep.

Health and Fitness
Ospite

certainly like your web-site however you need to take a look at the spelling on quite a few of your posts. Several of them are rife with spelling problems and I to find it very troublesome to inform the truth however I’ll certainly come back again.

Health and Fitness
Ospite

I haven’t checked in here for a while as I thought it was getting boring, but the last few posts are great quality so I guess I’ll add you back to my daily bloglist. You deserve it my friend 🙂