content top

LA COMPETITIVITA’ SI OTTIENE CON L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Sempre di più mi rendo conto  delle ragioni per cui prof. Emanuele Severino insiste nel sostenere che  il capitalismo é maturo (Capitalismo senza futuro, Rizzoli)  Conseguenza, in futuro  il fine di ogni imprenditore sarà l’innovazione tecnologica ed il capitale ne sarà il tramite. Come dire che ogni azienda diventerà competitiva solo se si porrà scopi di miglioramenti tecnologici più che di arricchimenti patrimoniali.

Beninteso,  per  nuova tecnologia deve intendersi la realizzazione  di processi innovativi  in senso lato, tali da produrre qualità migliori o prestazioni migliori non solo tecnologiche, ma anche di sistema. In questa accezione  in letteratura  si include tutto ciò che costituisce il modus operandi.

L’affermazione del prof. E. Severino faticherà non poco a farsi strada. In Italia, quando gli affari non vanno   bene gli imprenditori tendono a sostenere che solo riducendo i costi  si diventa competitivi. E questa riduzione dei costi parte di solito  dalla riduzione del personale e dalle ristrutturazioni aziendali.

Questi provvedimenti di per sé non risolvono il vero problema di fondo delle aziende che non vanno bene. Specie in periodi di crisi come l’attuale.  Saranno utili  soltanto se  accompagnati da investimenti in  teconologie innovative più che dall’ampliamento delle dimensioni d’impresa.

A causa dello sviluppo dell’economia della conoscenza le economie di scala non sono più tanto di moda. Continauno ad esserlo solo per le cosidette  “commodities”.

In fondo, finanziare  nuove tecnologie  anziché ridurre i costi per implementare nuove tecnologie è troppo scomodo, mette in discussione gli schemi reiterati sinora.

Tutta  l’azienda dovrebbe fare un up-grade di se stessa. Ecco allora l’importanza di includere nella innovazione tecnologica anche le competenze del personale, quindi gli investimenti in capitale intellettuale, gli investimenti in nuovi brevetti, in piattaforme digitali, la modificazione delle strategie di comunicazione.

Non v’é ragione per cui un’azienda debba investire solo in innovazione hard. Anche l’innovazione nella conoscenza diventa fondamentale. Si  parlerà  quindi di innovazione di processo, di modificazione del  posizionamento aziendale. Di conseguenza cambierà la tipologia di clientela, la sua dislocazione.

E’ evidente che in tal caso l’innovazione tecnologica diventa lo scopo da raggiungere, la finanza lo strumento.

Solo attraverso investimenti in nuove tecnolgie hard e in conoscenze soft é possibile realizzare nuovi processi tecnologici che non solo aumentino i margini ma siano anche originali, tali cioé da non costringere le aziende a competere facendo leva su riduzione dei costi.

Conseguenza ineluttabile: l’azienda aumenterà la propria reputazione ed il proprio valore. Non necessariamente le dimensioni.

 

5913
Lascia una recensione

avatar
5697 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1319 Comment authors
Shelby AmericanlestariqqHealth and FitnessMetroclickHealth and Fitness Recent comment authors
  Subscribe  
Notificami